Leptopsammia pruvoti

Phylum Cnidaria
Classe Anthozoa
Ordine Scleractinia
Famiglia Dendrophyllidae
Genere Leptopsammia
Specie pruvoti

Link esterni su Leptopsammia pruvoti:
# scheda su W.o.R.M.S – World Register of Marine Species

Leptopsammia pruvoti

(Lacaze-Duthiers, 1897)

  • Madrepora solitaria gialla (I)
  • Sunset star coral, sunset cup coral (EN)
  • Gelbe Nelkenkoralle (D)
  • Corail jaune solitaire (FR)
  • Coral solitario amarillo (ES)

Taglia: L’altezza dei polipi può raggiungere anche i 6-8 cm, con il diametro che arriva a misurare 17 mm.

Profondità: Vive tra i 10 ed i 150 metri. In caso di ambienti semi-oscuri (grottre, spaccature) può spingersi più in superficie.

Distribuzione: La Leptopsammia vive in tutto il Mar Mediterraneo ed sulle coste atlantiche fino alla Gran Bretagna.

Abitudini di vita: Specie bentonica, si nutre di plancton che cattura con i tentacoli I polipi sono solitari, non forma colonie.

Ambienti in cui è possibile osservarlo: L’osservazione è possibile solo su substrati rocciosi, in zone ombreggiate e con corrente che porta le sostanze nutritive. Sono state osservate associazioni con Paramuricea clavata e Corallium rubrum. Non è raro incontrare molti individui anche in uno spazio ristretto.

Criteri di identificazione: Inconfondibile è il colore giallo e la tendenza solitaria. Lo scheletro è calcareo.

Descrizione morfologica complementare: La base è più stretta dell’apice, quindi la forma complessiva è conica, a sezione ovale negli individui più grandi e circolare in quelli più piccoli. La superficie esterna è ricoperta di incrostazioni. La parte superiore, sotto il corpo dell’antozoo, è finemente forellata e suddivisa in coste. I puntini gialli che si vedono sui tentacoli traslucidi sono gruppi di cellule urticanti (cnidoblasti e cnidocisti)

Confusioni possibili: Può essere confusa con Parazoanthus axinellae, dello stesso colore giallo ma più tendente all’arancione. Inoltre esso forma colonie, mentre la madrepora solitaria gialla no.

Curiosità ed osservazioni: I sessi sono separati e la fecondazione è incrociata. Inoltre è stata osservata ovoviviparità, ovvero le uova si schiudono all’interno del corpo materno e vengono liberate in acqua direttamente le larve.
Si possono formare pseudocolonie dal momento che un planula larvale si vada ad insediare sul calice di un’altra Leptopsammia.

IMMAGINI COMMENTATE LEPTOPSAMMIA PRUVOTI