Lepadogaster candolii

Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Famiglia Gobiesocidae
Genere Lepadogaster
Specie candolii

Link esterni su Lepadogaster candolii:
# scheda su Fishbase.org
# scheda su W.o.R.M.S – World Register of Marine Species

Lepadogaster candolii

(Risso, 1810)

  • Succiascoglio comune (I)
  • Connemarra clingfish (EN)
  • Rotsproß-Schildfisch (D)
  • Lépadogastère de Candolle (FR)
  • Cabot chulador (ES)

Taglia: Il succiascoglio misura tra i 6 ed i 7 cm, arrivando al massimo ad 8 cm.

Profondità: Il succiascoglio vive solitamente entro i 20 metri, ma occasionalmente può spingersi fino ai 30.

Distribuzione: Gli incontri con il succiascoglio possono avvenire nel Mediterraneo settentrionale e solo nella parte più occidentale del Mar Nero. Sulle coste atlantiche è diffuso dalle Canarie alle coste irlandesi.

Abitudini di vita: La maggior parte del tempo il succiascoglio la passa negli anfratti e nelle fessure tra le pietre, motivo per cui non è facile osservarlo anche se è comune. Non è raro trovarlo a pancia in su nella sua tana.

Ambienti in cui è possibile osservarlo: Si trova negli ambienti rocciosi, fin nelle pozze di marea. È stato osservato che in Atlantico può essere visto in prossimità di alghe del genere Laminaria e Himanthalia.

Criteri di identificazione: Sul ventre è presente una forte ventosa, che gli permette di restare adesso alle rocce. Sulle guance, inoltre, sono presetni dei disegni obliqui ed è visibile una barra bianca tra gli occhi. La pinna dorsale è lunga (13-16 raggi) e nettamente separata dalla coda.

Descrizione morfologica complementare: Il corpo è appiattito, con la testa piuttosto triangolare. Le pinne pelviche e parte delle pinne pettorali formano un disco che funge da ventosa. I disegni e la colorazione sono molto variabili, passando dal bruno al verdastro, dal violaceo al rossastro. anche macchie chiare presenti nella parte posteriore talvolta possono scomparire.

Confusioni possibili: Può essere confuso con il succiascoglio minore (Gouania wildenowi) e quello minimo (Apletodon incognitus).

Curiosità ed osservazioni: La stagione riproduttiva è quella estivo-primaverile. le uova adesive vengono deposte sotto una roccia e sia il maschio che la femmina si occupano di farvi la guardia. Recenti osservazioni fanno pensare che il succiascoglio potrebbe essere un pulitore occasionale di murene (Muraena helena) e cernie (Epinephelus marginatus)

IMMAGINI COMMENTATE LEPADOGASTER CANDOLII