Dasyatis pastinaca

Phylum Chordata
Classe Chondricthyes
Ordine Myliobatiformes
Famiglia Dasyatidae
Genere Dasyatis
Specie pastinaca

Link esterni su Dasyatis pastinaca:
# scheda su Fishbase.org
# scheda su W.o.R.M.S – World Register of Marine Species

Dasyatis pastinaca

(Linnaeus, 1758)

  • Pastinaca (I)
  • Common stingray (EN)
  • Gewöhnlicher Stechrochen (D)
  • Pastenague commune (FR)
  • Raya látigo común (ES)

Taglia: La pastinaca ha un’apertura alare di 50-60 cm, ma può arrivare a misurarne anche 140. La lunghezza, invece, può arrivare ai 250 cm.

Profondità: Solitamente la pastinaca vive tra i 5 ed i 60 metri, ma è stata catturata anche oltre i 200.

Distribuzione: La pastinaca è diffusa in tutto il Mar Mediterraneo, il Mar nero e le coste dell’Atlantico dalla Norvegia al Senegal e le Canarie.

Abitudini di vita: Questo pesce è un predatore, va a caccia sui fondali sabbiosi e limosi sui quali vive.

Ambienti in cui è possibile osservarlo: Vive sui fondali sabbiosi o limosi, raramente su fondali rocciosi.

Criteri di identificazione: Il muso è leggermente appuntito, con i bordi quasi dritti. La coda, dalla conformazione a frusta, è lunga 1 volta e mezza il corpo.

Descrizione morfologica complementare: Il dorso è grigio scuro, mentre il ventre è chiaro, quasi bianco. Nella mascella sono presenti tra le 28 e le 38 file di denti, mentre nella mandibola le file di denti sono tra le 28 e le 40. Nella coda possiede una o talvolta più spine dentate. Esse sono poste alla base della coda e dotate di un veleno che rende difficile la cicatrizzazione e rende molto dolorosa la ferita. Talvolta questi aculei cadono e ricrescono ciclicamente, arrivando alla lunghezza massima di 35 cm.

Confusioni possibili: Può essere confusa con la Pastinaca di Tortonese (Dasyatis tortonesei), che si distingue per la coda di lunghezza minore e per il muso più flessuoso e pronunciato. La differenza tra le due specie è definita su base genetica e per la presenza di parassiti specifici e differenti.

Curiosità ed osservazioni: Per nuotare in avanti muove le ali in modo ondulatorio. Sempre per mezzo delle ali, inoltre, è in grado di nascondersi sotto la sabbia.
Se disturbata può ferire anche a morte con l’aculeo della coda.

La riproduzione è ovovivipara, con gli embrioni che inizialmente si nutrono per mezzo del tuorlo delle uova ed in seguito con il fluido uterino mescolato a muco. La gestazione dura 4 mesi e nascono tra i 4 ed i 9 piccoli. I sessi sono separati ed avviene fecondazione interna.

IMMAGINI COMMENTATE DASYATIS PASTINACA